Cosa facciamo

Noi della ditta Cavallo Termoclima provvediamo sia alla nuova installazione della cella frigorifera sia al risanamento della stessa, eseguendo tutte le opere di ristrutturazione.
Ciò avviene mediante un un sopraluogo per decidere quali devono essere gli interventi da effettuare.
Analizzato il tutto, si prosegue  con la tamponatura delle pareti e dei soffitti e infine interveniamo con la resinatura ai pavimenti.

Il servizio di vendita e di assistenza degli impianti di refrigerazione e climatizzazione garantisce interventi rapidi, puntuali ed efficaci su tutta la provincia di Savona.

Celle frigorifere
frigoriferi per bar

La cella frigorifera è un locale di conservazione degli alimenti, ove viene mantenuta una temperatura stabile, non sempre sotto zero, infatti può variare dai 18 °C per la maturazione delle banane, essere a 5 gradi per i locali dove si producono alimenti che successivamente vengono surgelati ed arrivare fino a      -28 °C  per alimenti tipo pesce, verdure e gelati.

Sono utilizzate per stoccare e conservare tutti quei  prodotti alimentari e vegetali senza alterarne la freschezza e la bontà.

Vengono utilizzate principalmente dai ristoranti, dai punti vendita e/o supermercati, nei grandi magazzini di frutta/verdura , grossi macelli, caseifici, alberghi, etc… essendo disponibili in tutte le misure, con spessori e temperature differenziate.

 

Noi della CAVALLO TECNOCLIMA, provvediamo sia alla vendita ed  installazione di celle frigorifere nuove,  sia al risanamento degli impianti già esistenti, eseguendo tutte le opere di ristrutturazione necessarie. Ciò avviene mediante un sopraluogo per decidere e valutare quali devono essere gli interventi da effettuare.

 

Disponiamo inoltre di scaffalature,  appenderie  e guidovie in lega leggera atossica inossidabile, ed  acciaio inox,  utili ad un adeguato allestimento interno delle stesse.

Abbattitore
celle frigorifere per locali pubblici

L'abbattitore di temperatura è uno strumento che serve a raffreddare velocemente i cibi cotti, portandoli in meno di 90 minuti dalla temperatura di cottura a +3° al cuore, per poi conservare il prodotto in frigorifero. Questo trattamento consente di prolungare la vita media del cibo cotto. Normalmente gli abbattitori di temperatura permettono anche di "surgelare" un prodotto (sia un cibo cotto, sia la materia prima): la surgelazione rapida all'interno dell'abbattitore rispetta le qualità organolettiche del cibo, perché evita la formazione di macro-cristalli all'interno del prodotto. Questa tecnologia è diffusa nelle cucine professionali dei ristoranti e nelle attività commerciali quali gelaterie, pasticcerie, eccetera. Si stanno diffondendo modelli per uso domestico. Molto importante, dopo aver surgelato il prodotto, è non interrompere la catena del freddo. L'espressione catena del freddo indica il mantenimento dei prodotti surgelati ad una temperatura costante e comunque inferiore ai -18 °C lungo tutto il percorso dalla produzione alla vendita, comprese le fasi di trasporto, stoccaggio ed esposizione. Tale mantenimento è necessario per evitare processi di scongelamento, anche parziale; il successivo ricongelamento, avvenendo con modalità molto diverse dalla surgelazione iniziale, provoca in primo luogo un deterioramento delle proprietà organolettiche dell'alimento. Inoltre, ogni rottura della catena del freddo favorisce lo sviluppo di microrganismi, in modo più o meno grave a seconda della temperatura e della durata; si tenga presente che alcuni microrganismi sono in grado di moltiplicarsi anche a temperature inferiori allo zero (interruzione della catena del freddo senza scongelamento).

In modo analogo, l'espressione "catena del freddo" viene applicata anche a prodotti farmaceutici, che devono essere mantenuti a temperature costanti benché superiori allo zero (p.es. molti vaccini devono essere conservati a 2/8 °C), e ad altri prodotti alimentari non surgelati. Ridurre l'intensità degli shock termici vuol dire difendere e preservare la qualità degli alimenti. La catena del freddo inizia dal produttore che deve assicurare la giusta temperatura di conservazione dei prodotti nella fase di produzione e trasporto, passa attraverso la fase di stoccaggio in piattaforme refrigerate, arriva nei magazzini di vendita e prosegue fino ai congelatori e frigoriferi dei clienti finali.

La rottura della catena del freddo riduce la durata del prodotto e quindi rende non veritiera la data di scadenza indicata nell'etichetta.